Mi presento

All'anagrafe mi chiamo Greta Joris, tuttavia molti mi conoscono con il mio nomignolo Frauke.

Nel 1984 ho terminato la scuola per traduttori ed interpreti di Anversa (in Belgio) e dal 1985 vivo e lavoro in Italia.

Ho lavorato diversi anni come dipendente nel settore automobilistico, assicurativo e giornalistico. Fin dal mio arrivo in Italia ho inoltre collaborato con agenzie di traduzione italiane, case editrici belghe e olandesi.

Nel 1999 ho deciso di compiere il grande passo e dedicarmi alla libera professione specializzandomi in manuali tecnici per macchinari industriali, testi turistici e presentazioni di tipo pubblicitario.

Ogni testo ha i propri lettori

Testo e contesto

Stile, terminologia e scopo: un buon traduttore tiene conto di tutto e valorizza gli elementi contestuali che determinano l’efficacia del testo.

Testi per le aziende, conta l'immagine

In quanto mezzo di comunicazione, tutti i testi aziendali contribuiscono all'immagine dell'azienda stessa, dei suoi prodotti, dei suoi metodi di lavoro e cooperano alla riuscita dei suoi progetti.

Esperienza

L'esperienza necessaria per tradurre testi aziendali in modo veloce ed accurato si ottiene soltanto crescendo culturalmente e professionalmente e rimanendo aperti a ogni evoluzione della propria madrelingua e della lingua sorgente.

Lingua madre

Conoscere alla perfezione la propria madrelingua è una condizione sine qua non per un buon traduttore. Vivere in un paese diverso dal proprio e parlarne la lingua non è sufficiente per potersi chiamare "traduttore".

  • Testo e contesto Stile, terminologia e scopo: un buon traduttore tiene conto di tutto e valorizza gli elementi contestuali che determinano l’efficacia del testo.
  • Testi per le aziende, conta l'immagine In quanto mezzo di comunicazione, tutti i testi aziendali contribuiscono all'immagine dell'azienda stessa, dei suoi prodotti, dei suoi metodi di lavoro e cooperano alla riuscita dei suoi progetti.
  • Esperienza L'esperienza necessaria per tradurre testi aziendali in modo veloce ed accurato si ottiene i i i i i soltanto crescendo culturalmente e professionalmente e rimanendo aperti a ogni evoluzione della propria madrelingua e della lingua sorgente.
  • Lingua madreConoscere alla perfezione la propria madrelingua è una condizione sine qua non per un buon traduttore. Vivere in un paese diverso dal proprio e parlarne la lingua non è sufficiente per potersi chiamare "traduttore".